Una playlist di Musica Classica per mamme in gravidanza e bambini da 0 a 3 mesi

La prima playlist di Roma03 di musica classica per donne in attesa e neonati da ascoltare dal primo giorno di vita.

Copia di The Art of.png

Dice, ma che ne sai te, che diritto hai di tirare giù una playlist di musica classica per pancioni e bambini fino a 3 mesi? Di giustificazioni a mio vantaggio ne ho solo due: 8 anni di studi di pianoforte classico – seppur a singhiozzi per colpa del grunge, come ho raccontato nel post dedicato alle mitiche Di Concerto con Mamma e Papà – e una passione immensa che è cominciata sul marmo del salotto della mia prima casa.

Mio padre possedeva alcuni vinili – no all’epoca non erano oggetto di culto vintage, sentivamo davvero dischi in vinile – di Chopin, Beethoven, Mozart, Bach. Il mio primo vero ricordo musicale, il mio primo ascolto consapevole fu quello dello Studio Op. 10 nr 3, denominato Tristesse (bella scelta, eh. Gioia di vivere!).

La musica classica va amata fin da piccoli
La musica classica: non è mai troppo presto per cominciare (Sì, sono io)

Ho cominciato a strimpellare a 4 anni e ancora oggi che ne ho 40, suonicchio malamente e felicemente. Per 12 anni ho studiato le composizioni scritte nei campi di concentramento, perché la musica è un balsamo potente per l’anima anche in condizioni estreme. La musica, per me, è vita.

Quando posso mi avvicino al vecchio piano scordato che mi venne regalato per il mio undicesimo compleanno, Diana accorre per ballare. Poi vuole salire e suonare. E poi si attacca alla tetta e io continuo a suonare: è un nostro piccolo rito musicale, uno dei tanti che hanno avuto inizio col test di gravidanza.

Perciò ora vi racconterò come e perché ho scelto questi brani musicali di classica per i vostri pancioni e neonati e, se gradirete, continuerò con brani adatti alle diverse fasce d’età e momenti della giornata dei nostri piccolissimi e magari vi racconterò anche qualcosa del Metodo Suzuki per l’educazione al talento.

E proprio il metodo Suzuki dice che non è mai troppo presto per cominciare con l’ascolto della musica, anche dal primo giorno di vita, magari con brani brevi – e molti di quelli che ho scelto lo sono – che il bambino sarà poi in grado di riconoscere. L’uomo è figlio del suo ambiente, diceva il Maestro Shinichi Suzuki

1- Les Baricades Mistérieuses, François Couperin. Cominciamo con un brano molto noto, dolce, ritmato, “antico” (1717): un pezzettino notissimo di Barocco francese, che vi farà sorridere e rilassare.

2- Rêverie, Claude Debussy. Pianista, Walter Gieseking. Rêverie lo potremmo tradurre come sogno ad occhi aperti, fantasticherie. Su queste dolci note, eseguite da Walter Gieseking (ho curato anche la scelta dei musicisti per questa playlist, perché con la classica non si può prescindere dall’interpretazione) potrete appunto sognare ad occhi aperti come sarà il vostro cucciolo. Io vi consiglio di sognare anche ad occhi chiusi e fare il pieno di sonno finché siete incinte!

3- Berceuse, Frédéric Chopin. Eseguita da uno dei miei pianisti preferiti che ho visto dal vivo varie volte, Maurizio Pollini, la Berceuse è stato il tormentone della mia gravidanza: calmava Diana quando nel pancione sembrava Alien, e l’ha riconosciuta anche una volta nata. La musica di Chopin è intima e infatti compose pochissime cose per orchestra o altri strumenti: lui scriveva, caso quasi unico fra i grandissimi, quasi solo per pianoforte.

4- Da “Ma Mere L’Oye” (in italiano Mamma Oca), Suite di Maurice Ravel (quello del famoso Bolero). Inizialmente composta per pianoforte, è ispirata a delle illustrazioni per l’infanzia. Qui ho scelto per voi la Pavana della Bella Addormentata nel Bosco.

5- Gymnopédie nr1, Erik Satie. Celeberrimo brano anche questo di Satie, tipo stravagante assai (dopo la sua morte si scopri il contenuto di una delle due stanze della casa in cui viveva: una collezione di ombrelli, sempre sotto chiave!) che amava vestire in velluto. E velluto sembra questa musica calma e tranquilla, ideale per evitare crisi isteriche le prime notti di allattamento

6- Intermezzo Op. 117 nr1, Johannes Brahms. Invece di proporvi per questo autore l’arcinota Ninna nanna che tutti conoscono – e che tanti carillon hanno assassinato a colpi di molle – vi propongo uno degli Intermezzi, che tanto amai da adolescente.

7- Variazioni Goldberg, Aria. Pianista, Glenn Gould. Come il pezzo sopra, anche qui mi sono affidata alle sapienti mani di Gould, pianista eccezionale che si ritirò prestissimo dalle scene, la cui voce canticchiante accompagna spesso le registrazioni.

8- Adagio per il Concerto Grosso n° 8, op. 6 di Arcangelo Corelli. Ultimamente diventato celebre grazie ad un film con Russel Crow (non pensare a Russel, concentrati sulla musica!), è opera di un compositore italiano, considerato uno dei più grandi del Barocco. Oltremodo dolce e rilassante.

9- Concerto per Piano e Orchestra Elvira Madigan. W.A. Mozart. L’amatissimo Mozart nel concerto che tante volte ascoltai da bambina nel salotto di casa. Ovviamente il secondo movimento, il più dolce, l’adagio.

10- Dal Children’s Corner di Debussy, The Little Shepard. Nelle mani del prefezionista dei perfezionisti, Arturo Benedetti Michelangeli, il pezzo che Debussy compose ispirandosi a un bambolotto della figlia.

11- Dal Concerto per Piano e Orchestra nr2 di Sergei Rachmaninov, Vladimir Ashkenazy – che io adoro – e la London Symphony Orchestra. Perché ho messo anche questo secondo movimento lunghissimo? Perché se lo ascoltate tutto capirete che da questo pezzo è stata creata All By Myself, la ballata strappacore composta da Eric Carmen nel ’75. Questo per dirvi che, quando i vostri figli cresceranno, vorranno ascoltare di tutto e voi li accompagnerete nel fare questo… Vanno bene le canzonette, vanno bene i tormentoni, purché si conosca anche la classica, il jazz e tutto quello che vi può passare per le orecchie.

12- Concerto in Re Maggiore per Tromba, Georg Philipp Telemann. Come per il brano sopra, qui però il dolcissimo motivo per tromba – breve e adattissimo all’ascolto di mamme e bebè – è stato utilizzato in una celebre canzone di Fabrizio De Andrè, lascio a voi scoprire quale…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...