Il regno dei bimbi: la nuovissima libreria per bambini a Balduina

IL REGNO DEI BIMBI
Via Pereira 184 (Balduina)
https://www.facebook.com/libreriailregnodeibimbi/

Le cose sono andate così: mi è arrivata la locandina di un evento molto interessante per piccolissimi, un AudioBookLive sulla storia di Piccolo Blu e Piccolo Giallo (grazie Petra Ceng Romani) che si sarebbe tenuto il sabato presso la libreria “Il regno dei bimbi”.

Il regno dei bimbi… mmm… nun po esse! Non la conosco! Ormai non me sfugge niente a librerie. Ve siete sbagliati. Ora: può essere che uno, dopo una vita di remissività, cominci alla soglia dei 40 anni a soffrire di delirio di onnipotenza?

Scrivo alla mia fonte chiedendo lumi e scopro che si tratta di una nuova libreria nata da circa un mese in quel di Balduina. E in un solo mese di vita hanno già fatto vari eventi che io mi sono persa. L’onnipotenza si inabissa in un buco nero di “Ma come? …come ho fatto a non saperlo!”

L'ingresso dell'ultima libreria nata in città
L’ingresso dell’ultima libreria nata in città

Google maps, a me! E scopro che con una deviazione di 10 minuti nel tragitto Asilo Nido – Casa potrei andare in avanscoperta per verificare, perché la libreria è talmente nuova che non ha ancora sito né pagina Fb.

Così raccatto Diana e parto. La povera creatura oramai vive situazioni frustranti in negozi di giocattoli e librerie dove vive un ingiusto bombardamento di stimoli e si aggira per i locali trascinando scatoloni, cavalli a dondolo, bambole. Poi ti guarda con gli occhioni del gatto di Shrek e tira fuori un “Guò. Guò, guò”. Peccato Diana, mamma non ha capito! Eh!

Questa volta però Diana, appena entrata nella libreria, ha puntato subito un libro-pianoforte, di quelli classici con gli spartiti facilitati perfetti per ogni età, lo ha afferrato con decisione e si è messa seduta nel comodo tavolone plastica a disposizione dei bimbi praticamente sulla soglia.

Diana e il rapido furto di Pianolibro
Diana e il rapido furto di Pianolibro (all’ombra minacciosa di mamma)

Mentre io chiacchieravo con il disponibilissimo proprietario – che ho scoperto essere papà di tre bambini – Diana si è prodotta in incredibili momenti di virtuosismo.  Il nostro nuovo libraio non si è apparentemente scomposto nel trovare una pazza invasata aggrappata alla serranda, dieci minuti prima dell’apertura, ma mi ha anzi mostrato tutto ciò che c’era di più adatto in negozio per la fascia di età che ci interessa. L’entusiasmo mi contagia e quindi ho passato circa un’ora a spulciare a fondo tutti gli scaffali, mentre Diana abbandonava il suo ruolo di Richard Clayderman per gettarsi addosso a un librone dei suoi amatissimi “bababapà” (Barbapapà. Mia figlia sa dire 7 parole e una è Barbapapà. Quando si dice “le priorità”!).

La libreria è ben fornita e per i nostri piccolissimi c’è davvero un po’ di tutto. Scegliere solo (solo!) 4 prodotti da portare a casa con noi è stato difficile e ci sono molte cose rimaste in sospeso che spero di tornare a prendere: sono venuti ad abitare con noi il libro pianoforte (la misura dei tasti è perfetta per le piccole manine), un altro libro all’interno del quale sono inseriti 4 puzzle da 4 grandi pezzi ciascuno, ottimi per iniziare con gli incastri delle tessere per passare magari poi a un altro bellissimo set di puzzle della Sassi e disponibile anche questo in negozio (il cofanetto, a tema “La fattoria”, contiene un libro di storie e 4 puzzle da 6 pezzi ciascuno). Abbiamo comprato anche un set di 10 pastelli a cera omologati per bimbi dai 2 anni e con temperino incluso nella confezione, infrangibilimamme, sapete di che sto parlando o è così vandala solo la mia?lavabili (e menomale, perché la sera uno – il nero ovviamente – era già sulla carta da parati) e un libro, con un set di tessere per il memory incluso, per imparare i nomi dei giocattoli (protagonista uno degli ultimi amori di mia figlia, Pocoyo).

Ho lasciato a malincuore un kit con vari giochi per bambini da 1 a 3 anni – costruzioni, memory, puzzle, forme e colori e altri – un album di sticker attacca e stacca e un grande libro di fiabe (e quando dico grande, intendo dire che era alto quanto Diana). Ecco, i libri: ero talmente entusiasta di tutti questi piccoli – e economici, i prezzi sono ottimi – giochi educativi, che i libri li ho guardati alla fine. Fiabe classiche, libri per la fascia di età che ci interessa – molti cartonati divertentissimi – e le edizioni economiche della Babalibri, ma, mi ha detto il proprietario, sono in arrivo tantissimi altri titoli e edizioni.

Molti gli eventi già realizzati e in programma, e tanti i servizi di cui si potrà usufruire. Al mio solito, rapita dai libri, ho fatto poche foto, ma ho ripreso da poco in mano la reflex, quindi tornerò al Regno dei Bimbi più minacciosa e impicciona che mai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...