La psicologa per le mamme

Come ho già scritto, non è che la mia gravidanza sia stata proprio delle migliori. Quando qualcuno mi si avvicina con l’occhio languido, parlando di quanto la gravidanza sia un fatto fisiologico e naturale e splendido e l’universo faccia le cose perfette, mi vien voglia di prenderlo a badilate e ficcare i resti nel congelatore (più che la psicologa delle mamme, mi ci vuole l’esorcista!). Ma poi torno in me, perché so che non tutte le gravidanze sono così. Però sono una di quelle persone che la gratitudine la coltiva a lungo e c’è una persona a cui sono grata per il sostegno che mi ha offerto durante quei quasi 9 mesi a letto: Tiziana Capocaccia, la psicologa per le mamme (che opera a Roma e online, ottimo per chi come me era a riposo).

Il caso ha voluto che me la ritrovi come amica e collaboratrice da anni, e menomale! Per 3 mesi, dopo l’intervento di cerchiaggio, mi alzavo solo per fare pipì. Verso la fine del sesto mese di gravidanza, mi sono svegliata una notte con un attacco di panico orribile. Per un’iperattiva stare a letto imbottita di progesterone – ho scoperto poi che può dare questi effetti collaterali – è stato un mix esplosivo. Dovevo stare a letto e non riuscivo più a stare nemmeno seduta. E chi c’era con me in linea diretta a darmi esercizi via wazzup quasi h24? Lei, la psicologa delle mamme, che mi mandava anche esercizi di rilassamento, illustrandomi le pose da assumere con le Barbie della figlia. Un altro po’ mi partono le contrazioni per ridere.

Ho deciso quindi di farvela conoscere con una piccola intervista. Perché una registratina dallo psicologo, a mio avviso, servirebbe periodicamente a tutti viste le folli vite prive di senso che conduciamo tutti.

Tiziana, come sei arrivata a pensare che il tuo percorso professionale dovesse alla fine specializzarsi proprio nella assistenza alle mamme?
Il mondo materno è sempre stato un ambito di mio particolare interesse. Sono laureata in psicologia dello sviluppo e dell’educazione: è vero che è un orientamento che focalizza la sua attenzione sull’infanzia, ma mi sono convinta molto presto di un fatto e uso per dirtelo le parole della psicoteraputa Alba Marcoli: “Aver cura del benessere delle neomamme contribuisce a porre le fondamenta del benessere dei loro bambini.”

tiziana.jpgCosa fa una “psicologa per le mamme”?
Ascolto le difficoltà delle mamme e offro loro alcuni servizi psicologici mirati. Il parent coaching è un percorso che si rivolge ai genitori, o a uno solo di essi, e in cui si lavora
insieme su un obiettivo specifico individuato dal genitore stesso.
In un percorso di questo tipo, che ha una durata media di 8-12 incontri con cadenza settimanale o quindicinale, aiuto il genitore a capire come formulare in maniera adeguata il suo obiettivo e a tracciare un piano d’azione per realizzarlo.
La consulenza psicoeducativa è – in quanto consulenza – una situazione in cui si consulta
l’esperto per ricevere informazioni tecniche specifiche su argomenti sui quali il professionista è preparato.
Il sostegno psicologico è un intervento volto a sostenere la persona mentre affronta una situazione che l’ha messa in difficoltà. Una separazione, un cambiamento di lavoro, la nascita di un figlio, ad esempio.
Non si tratta di un intervento che va nel profondo, poiché non si tratta di  psicoterapia, ma si lavora di più sul presente per vedere anche nella difficoltà un’opportunità evolutiva (qui un utile PDF che spiega i diversi tipi di servizi psicologici). Serve anche alle future mamme. Nel mio blog affronto tre aree: pre-gravidanza, gravidanza e post partum, essere mamma. Le future mamme, le donne che sentono il desiderio di diventarlo, possono incontrare timori o difficoltà, prendere consapevolezza degli aspetti psicologici di questa fase della vita aiuta ad affrontarla meglio.
Se il cammino si fa arduo poi, ad esempio in casi di difficoltà a concepire, curare anche
l’aspetto psicologico diventa fondamentale. La gravidanza e il periodo immediatamente successivo al parto sono fasi trasformanti ed estremamente importanti, e gli ho voluto dedicare un vademecum specifico che è possibile scaricare gratuitamente. L’area “Essere mamma” affronta molti temi legati alla crescita dei figli: dall’apprendimento alla comunicazione, le emozioni, il gioco etc.

In quali occasioni è importante chiedere aiuto a una psicologa con la tua peculiare
specializzazione?
Quando una mamma capisce di volere un cambiamento e avere intenzione d’iniziare a lavorarci per ottenerlo.

Quanto è complicato essere mamme oggi?
Credo che ogni epoca abbia presentato sue difficoltà specifiche. Un tema con cui mi
confronto parecchio è la consapevolezza del mondo digitale. Oggi viviamo tra due mondi: quello reale e quello digitale. I nostri figli si trovano da subito immersi in questi due scenari e dobbiamo preoccuparci di insegnare loro a vivere serenamente in entrambi.

Quante colpe si dà una mamma, forse inutilmente?
Certo non esiste una risposta univoca. Darsi colpe, salvo rari casi estremi, è
controproducente. Quello che mai e poi mai aiuta sono i consigli e le critiche non richiesti che ogni mamma, soprattutto agli inizi, è costretta ad ascoltare: se torni presto al lavoro ti criticano, se non torni al lavoro ti criticano, allatti troppo o troppo poco e così via. In proposito trovo bellissime le parole di Winnicott:
“Accadrà spesso che persone sconsiderate cerchino di insegnarvi come fare le cose che voi siete in grado di fare meglio di quanto chiunque possa mai insegnarvi.
È mia opinione che non ci sia bisogno di dire alle madri che cosa devono fare o come devono essere. Ciò che possiamo fare e non interferire.”

www.tizianacapocaccia.it

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...